Post

Visualizzazione dei post da marzo 29, 2011

Un teologo (amico) su De Mattei: "Che fede è la sua"?

Immagine
Va bene. Abbiamo capito che il vicepresidente del Cnr, Roberto De Mattei, quando parlava a Radio Maria di terremoto e tsunami, definendoli "una voce terribile ma paterna della bontà di Dio", citava solo uno scritto del 1911 di monsignor Mazzella, arcivescovo di Rossano Calabro, che negli stessi termini commentava il terremoto di Messina del 1908. Ma a chi, oggi, alza il ditino per difendere, non tanto l'uomo, quanto la libertà di espressione e quella religiosa (e chissenefrega della scienza), risponderei con le parole che un teologo amico - che scrive tra l'altro su un giornale "conservatore" - mi ha inoltrato per email quando gli ho chiesto un parere a commento.