martedì 22 marzo 2011

Gli occhi del mondo

La cosa che mi mancherà di più di questi giorni da commessa, saranno gli occhi degli altri.
Mi erano già mancati molto nel lavoro solitario di scrittura dei mesi scorsi. Tanto che mi sforzavo di immaginarli, di inventarmeli anche, ogni volta che potevo: in ogni telefonata, mail, chat che mi metteva in collegamento con il mondo, lì fuori.